Attività Attività

Attività


Integrazione alla NASPI


Al lavoratore licenziato per giustificato motivo oggettivo, privo del diritto all’indennità di mobilità, che accede alla Naspi verrà corrisposto da parte di EBURT un contributo integrativo lordo pari al 20% del trattamento Naspi percepito dal 4° al 12° mese.

Lo stesso intervento con le medesime limitazioni sarà riconosciuto anche in caso di dimissioni per giusta causa o di risoluzione del rapporto di apprendistato.

L’integrazione non è dovuta in tutti i casi in cui l’Inps non corrisponda il trattamento Naspi. I suddetti importi sono da intendersi al lordo delle ritenute di legge.
Il predetto contributo sarà riconosciuto a fronte di una specifica richiesta, da presentare ad EBURT tramite una delle OO.SS. firmatarie del presente accordo, a cui il lavoratore abbia aderito e/o conferito mandato a verificare le possibilità del ripristino del rapporto di lavoro entro 90 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro.

Alla domanda deve essere allegata copia dell’ultima busta paga e della lettera di licenziamento o di dimissioni per giusta causa.

Il contributo integrativo è pari al 20% del trattamento NASpI per i mesi dal 4° al 12, ovvero dal 91° giorno al 360° giorno.

La liquidazione del contributo avverrà, tenuto conto dei tempi tecnici necessari per i relativi adempimenti amministrativi, in più tranche di 90 giorni ciascuna.

Per consentire ad EBURT la liquidazione del contributo del presente articolo il lavoratore deve presentare entro 30 giorni dall’avvenuta liquidazione della NASpI, copia del cassetto previdenziale del cittadino dell’Inps o contabile bancaria, purché attestante l’ammontare lordo della indennità di disoccupazione percepita e il periodo liquidato dall’INPS.

Il contributo sarà corrisposto ai lavoratori mediante accredito sul conto corrente bancario, al netto delle ritenute fiscali, il cui versamento verrà assolto da EBURT tramite produzione di busta paga e CUD.