Attività Attività

Attività


Sospensione attività per causa di forza maggiore


Si riconosce un contributo a fronte della sospensione dell’attività lavorativa conseguente ad eventi imprevisti ed eccezionali, indipendenti dalla volontà del datore di lavoro e del lavoratore, che comportano la cessazione temporanea dell’attività aziendale ricondotti a pubbliche calamità, eventi atmosferici straordinari e altri casi di forza maggiore. In dette occasioni, qualora sia indispensabile la sospensione dell’attività e conseguentemente della prestazione lavorativa, dovrà essere stipulato un accordo territoriale tempestivo con le OO. SS. relativo al riconoscimento del rientro dell’evento nelle casistiche di cui sopra e che definisca la durata massima della sospensione nonché la possibilità di ricorso al contributo a carico di EBURT.

Detto sussidio è pari al 50% della normale retribuzione (art. 148 CCNL Turismo 2010 e successive modifiche e/o integrazioni) lorda persa. Gli importi saranno anticipati mensilmente dall’azienda ai lavoratori.

Per il calcolo della indennità integrativa a carico di E.B.U.R.T. si prenderà come riferimento la retribuzione del mese precedente all’avvio della sospensione.

DURATA
60 giorni all’anno

MODALITA’ DI RICHIESTA
Trasmissione al CST EBURT di competenza della copia dell’accordo sindacale aziendale entro 30 giorni dalla sottoscrizione, unitamente al modulo di richiesta.

Acquisito il parere favorevole del CST EBURT, l’azienda trasmette a EBURT a mezzo raccomandata, PEC o fax il modulo di richiesta completo dei seguenti allegati:

  • Accordo sindacale aziendale sottoscritto e vistato dalla Commissione CST
  • Attestazione di versamento del contributo di regolarizzazione EBURT (per le aziende omissive)
  • UNIEMENS (per le aziende omissive)
  • Visura camerale (per le aziende di costituzione inferiore ai tre anni)
  • Libro unico (LUL)

MODALITA’ DI RIMBORSO ALL’AZIENDA

Il contributo sarà erogato da EBURT con cadenza mensile, entro 30 giorni dalla data di invio di copia del Libro Unico da parte dell’azienda, che dovrà essere inviato alla Segreteria dell’Ente inderogabilmente entro la fine del mese successivo a quello di competenza.

Tali adempimenti sollevano EBURT da qualsiasi responsabilità connessa al trasferimento del contributo ai lavoratori compresi gli adempimenti in capo al sostituto d’imposta. EBURT si riserva di effettuare gli opportuni controlli e di rivalersi nei confronti dell’azienda in caso di inadempienza.

La retribuzione persa dovrà essere evidenziata nel Libro Unico separatamente dalla retribuzione mensile ordinaria.

In caso di incompletezza dei dati, l’azienda sarà invitata a regolarizzare la richiesta entro 10 giorni lavorativi, pena la decadenza della domanda. Sarà facoltà di EBURT richiedere ulteriore documentazione che si rendesse necessaria per l’istruzione della domanda.