Attività Attività

Attività


Spesa sanitaria figli disabili


E’ riconosciuto un contributo una tantum fino a 500 euro quale partecipazione alla spesa sanitaria documentata sostenuta per figli disabili con invalidità riconosciuta superiore al 45% (legge 68/99). Si intendono per “spese sanitarie” i costi effettivamente sostenuti per l’acquisto di beni e/o servizi legati all’invalidità del figlio.
Il soggetto disabile deve essere convivente e a carico del nucleo familiare in quanto non supera il limite fiscale di legge nell’anno in cui si riferisce il contributo.

Il lavoratore interessato presenterà domanda, anche tramite CST-EBURT, mediante apposita modulistica entro 60 giorni dall’avvenuto pagamento.

Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

  • copia stato di famiglia o dichiarazione in autocertificazione;
  • dichiarazione in autocertificazione che attesti che l’invalido è fiscalmente a carico del richiedente;
  • copia documentazione attestante il riconoscimento di invalidità superiore al 45%;
  • copia della documentazione fiscale attestante l’avvenuto pagamento

EBURT provvederà a rimborsare il contributo direttamente al lavoratore.