Attività Attività

Attività


Welfare Contrattuale


Di seguito l'elenco completo delle prestazioni di Welfare attive dal 1/10/2019

DESTINATARI 
Dipendenti con figli di età compresa tra i 4 e i 14 anni che fruiscono di centri estivi, campi solari o altre strutture analoghe in qualsiasi periodo di sospensione dell’attività scolastica. Per il 2019 sono ammessi i rimborsi per i figli nati dal 1/1/2005 al 31/12/2015.

CONTRIBUTO 
€ 12 al giorno per 24 giorni all’anno, nel limite di 5 anni complessivi.

SCADENZA 
Entro il 15 novembre (per i campi natalizi, 31 gennaio).

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia dell’ultima busta paga;
  • copia delle ricevute di pagamento del servizio fruito (timbrate della struttura/società/parrocchia); in caso di pagamento mediante bonifico bancario, è possibile presentare, copia della contabile del pagamento la cui causale deve necessariamente riportare: “acconto e/o saldo campo estivo di ____________ (Cognome e Nome del bambino) per il periodo dal ___ al ___”.
  • certificato di effettiva frequenza rilasciato dalla struttura al termine del periodo (anche mediante autocertificazione).

ALTRE INFORMAZIONI
Il contributo è riconosciuto a concorrenza del costo effettivamente sostenuto e, ove inferiore, potrà essere riconosciuto per un maggior numero di giornate, purché l’ammontare complessivo non ecceda il valore di 288€.
Il contributo è riconosciuto ai dipendenti in forza con contratto a tempo indeterminato (compresi gli apprendisti); è riconosciuto altresì ai dipendenti con contratto a tempo determinato e/o per stagionalità, in deroga ai requisiti soggettivi previsti dal Regolamento Welfare Turismo (Allegato 8 art. 2), purché per giornate coincidenti con la prestazione lavorativa.
Qualora entrambi i genitori siano impiegati nel settore Turismo ed aderenti a EBURT, il contributo è riconosciuto per il medesimo periodo ad uno solo di essi.

La lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda, anche tramite CST-EBURT, mediante apposita modulistica entro il 15 novembre dell’anno di riferimento. Solo per i campi effettuati nel periodo di sospensione scolastica per festività natalizie, il lavoratore potrà presentare domanda entro il 31 gennaio dell’anno successivo.
E’ possibile presentare la domanda di contributo per i figli di età compresa tra i 4 e i 14 anni; ovvero, sono ammessi i figli che compiono 4 anni nel corso dell’anno di richiesta, mentre sono esclusi i figli che compiono 15 anni nel corso dell’anno di richiesta, anche se al momento della fruizione del campo estivo non li hanno ancora compiuti.
EBURT provvederà a rimborsare direttamente al lavoratore le spese sostenute nei limiti previsti dall’Accordo 29.07.2019 e dal presente Regolamento.

DESTINATARI 
Dipendenti che, per sé o per i propri figli, acquistino libri di testo scolastici o universitari.

CONTRIBUTO 
€ 130 per la scuola secondaria, € 200 per l’Università. Massimo 5 anni (8 per il solo lavoratore che consegue la Laurea Magistrale).

SCADENZA 
Entro il 31 dicembre.

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia dell’ultima busta paga
  • elenco dei libri da acquistare emesso dalla scuola/facoltà
  • copia delle ricevute di pagamento dei libri di testo (riportanti la descrizione “libri di testo” o “libri scolastici” e non semplicemente “libri”)
  • autocertificazione attestante l’iscrizione alla scuola di primo grado (per i libri delle scuole dell’obbligo)
  • copia della ricevuta di pagamento della tassa di iscrizione (per i libri delle scuole superiori)
  • copia dell’attestato di iscrizione all’Università (per i libri universitari; in alternativa, copia del pagamento della tassa di iscrizione)

ALTRE INFORMAZIONI

Il contributo per l’acquisto di libri di testo è rivolto ai lavoratori e ai loro figli che siano iscritti e frequentino in Italia Istituti scolastici di primo e secondo grado, Istituti di Istruzione e Formazione Professionale, Università o Master; il sussidio è pari a 130 euro per la Scuola secondaria di primo e secondo grado e pari a 200 euro per l’Università. A tal fine EBURT potrà stipulare apposite convenzioni con librerie del territorio.
Per la frequenza del corso di Laurea il contributo è erogabile nel limite di 5 anni per il lavoratore studente e/o per ogni figlio. Per il solo lavoratore studente che frequenta il corso di Laurea Magistrale il limite è di 8 anni.

Per ottenere il contributo, la lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda, anche tramite CST-EBURT, mediante apposita modulistica entro il 31 dicembre. 
EBURT provvederà a rimborsare direttamente al lavoratore le spese sostenute nei limiti previsti dall’Accordo 29.07.2019 e dal presente Regolamento.

 

DESTINATARI
Genitori dipendenti che fruiscono di periodi di congedo parentale, ai sensi e nei limiti dell’art. 32 co.1-2 e dell’art. 36 del D.Lgs. 151/2001 e successive modifiche e/o integrazioni, ove non retribuiti da parte dell’INPS in base ai limiti di cui all’art. 34 del D.Lgs. 151/2001 e successive modifiche e/o integrazioni

CONTRIBUTO
50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni)

SCADENZA
Entro 60 gg. dal termine del congedo

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia dell’esito della domanda trasmesso dall’Inps al lavoratore/lavoratrice
  • copia delle buste paga con evidenza delle giornate di permesso non retribuito per congedo parentale

ALTRE INFORMAZIONI
Nel caso di fruizione di periodi di congedo parentale da parte di genitori lavoratori dipendenti, ai sensi dell’art. 32 co.1-2 e dell’art. 36 del D.Lgs. 151/2001 e successive modifiche e/o integrazioni, ove non retribuiti da parte dell’Inps in base ai limiti di cui all’art. 34 del D.Lgs. 151/2001 e successive modifiche e/o integrazioni, sarà riconosciuto l’importo giornaliero pari al 50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni).
La lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda, anche tramite CST-EBURT, mediante apposito modulo, entro i 60 giorni successivi al termine del periodo richiesto.

L’importo spettante verrà erogato direttamente all’azienda che provvederà, a sua volta, a corrisponderlo al lavoratore nella prima busta paga utile. Pertanto, la comunicazione di accoglimento della domanda verrà inoltrata anche al datore di lavoro.

DESTINATARI
Genitori dipendenti che fruiscono di permessi giornalieri per malattia del figlio naturale/affidato/adottato entro gli 8 anni di vita dello stesso, così come previsto dal D.Lgs. 151/2001 art. 47, per un massimo di 5 giornate all’anno

CONTRIBUTO
50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni)

SCADENZA
Entro 60 gg. dal termine dell'ultimo giorno di congedo (e comunque entro il 31 gennaio dell’anno successivo al periodo di fruizione)

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia delle buste paga con evidenza delle giornate di permesso non retribuito per malattia del bambino

ALTRE INFORMAZIONI
Nel caso di fruizione, da parte della lavoratrice/lavoratore, dei permessi giornalieri per malattia del figlio naturale/affidato/adottato entro gli 8 anni di vita dello stesso, così come previsto dal D.Lgs. 151/2001 art. 47, per un massimo di 5 giornate all’anno, sarà riconosciuto l’importo giornaliero pari al 50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni).
La lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare, anche tramite CST EBURT un’unica domanda per tutte le giornate di permesso fruite nell’anno, mediante apposito modulo, entro 60 giorni dalla fruizione dell’ultimo giorno di permesso e, in ogni caso, non oltre il 31 gennaio dell’anno successivo a quello di riferimento.

L’importo spettante verrà erogato direttamente all’azienda che provvederà, a sua volta, a corrisponderlo al lavoratore nella prima busta paga utile. Pertanto, la comunicazione di accoglimento della domanda verrà inoltrata anche al datore di lavoro.

DESTINATARI
Dipendenti che fruiscono di aspettativa non retribuita ai sensi dell’art. 174 del CCNL Turismo 2010 e successive modifiche e/o integrazioni, non indennizzata dall’Inps o dall’Azienda

CONTRIBUTO
50% della normale retribuzione di cui all’art. 148 del CCNL Turismo 2010 e successive modifiche e/o integrazioni

SCADENZA
Entro 60 gg. dall’inizio dell’aspettativa

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia della domanda di aspettativa non retribuita presentata al datore di lavoro
  • copia della lettera di accettazione dell’aspettativa da parte dell’azienda
  • copia delle buste paga relative al periodo di aspettativa non retribuita

ALTRE INFORMAZIONI
Nel caso di fruizione di aspettativa non retribuita ai sensi dell’art. 174 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni, non indennizzata dall’Inps o dall’Azienda, sarà riconosciuto un importo giornaliero pari al 50% della normale retribuzione di cui all’art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni. Il contributo sarà erogato al lavoratore per un massimo di 120 giorni complessivi.
La lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda, anche tramite CST-EBURT, mediante apposito modulo tra la data di inizio dell’aspettativa non retribuita e non oltre 60 giorni successivi all’insorgenza della stessa.

Successivamente all’accoglimento della domanda, l’importo spettante verrà erogato da EBURT all’azienda a cadenza mensile, che provvederà, a sua volta, a corrisponderlo al lavoratore nella prima busta paga utile; pertanto, la comunicazione di accoglimento della domanda verrà inoltrata anche al datore di lavoro. Nel caso in cui sia cessato il rapporto di lavoro, l’importo spettante verrà erogato direttamente al lavoratore, sempre a cadenza mensile.

DESTINATARI
Dipendenti che, per effettuare l’inserimento al nido o alla scuola materna di uno o più figli, concordano con l’azienda (dopo l’esaurimento dei permessi retribuiti previsti dai CCNL) l’utilizzo di permessi non retribuiti

CONTRIBUTO
50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni) fino ad un massimo di 20 ore annue (riproporzionato per i part-time).

SCADENZA
Entro 60 gg. dalla fine dell’inserimento.

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia delle buste paga con evidenza delle giornate di permesso non retribuito per inserimento al nido e/o alla scuola materna
  • dichiarazione dell’istituto scolastico o struttura equivalente riconosciuta attestante l’inserimento

ALTRE INFORMAZIONI
Alle lavoratrici ed ai lavoratori che, per effettuare l’inserimento al nido o alla scuola materna di uno o più figli, concordano con l’Azienda, dopo l’esaurimento dei permessi retribuiti previsti dai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro, l’utilizzo di permessi non retribuiti, è riconosciuto un contributo pari al 50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni) per ogni ora di assenza dal lavoro non retribuita, fino ad un massimo di 20 ore annue (riproporzionato per i part-time).
La lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda, anche tramite CST - EBURT, mediante apposita modulistica entro 60 giorni dalla conclusione dell’inserimento.

L’importo spettante verrà erogato direttamente all’azienda che provvederà, a sua volta, a corrisponderlo al lavoratore nella prima busta paga utile. Pertanto, la comunicazione di accoglimento della domanda verrà inoltrata anche al datore di lavoro.

DESTINATARI
Genitori dipendenti che sostengono spese per la frequenza del figlio all’asilo nido o alla scuola dell’infanzia

CONTRIBUTO
20% della retta mensile con un massimo di € 80,00 per il servizio ordinario e € 100,00 per il tempo prolungato. Il contributo è riconosciuto a fronte di una frequenza minima di 7 mesi nell’anno scolastico

SCADENZA
La domanda va presentata al termine dell'anno scolastico, entro il 31 agosto.

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • documentazione di spesa (ricevute del pagamento delle rette mensili)
  • attestazione da parte dell’Istituto dell’iscrizione, dell’articolazione oraria del servizio usufruito e della frequenza dell’alunno per almeno 7 mesi
  • copia dell’ultima busta paga

ALTRE INFORMAZIONI
Alle lavoratrici ed ai lavoratori che sostengono spese per la frequenza del figlio all’asilo nido o alle scuole dell’infanzia è riconosciuto un contributo pari al 20% della retta mensile, secondo i seguenti valori massimi:

  • Servizio ordinario € 80
  • Servizio tempo prolungato € 100

Qualora entrambi i genitori siano impiegati nel settore Turismo ed aderenti a EBURT, il contributo è riconosciuto per il medesimo periodo ad uno solo di essi.
Il contributo è riconosciuto a fronte di una frequenza effettiva del figlio pari ad almeno 7 mesi nell’anno scolastico.
La lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda mediante apposito modulo, anche tramite CST EBURT, entro 60 giorni dal termine dell’anno scolastico (settembre / giugno = 31 agosto).

EBURT provvederà a rimborsare direttamente al lavoratore le spese sostenute nei limiti previsti dall’Accordo 29.07.2019 e dal presente Regolamento. Le somme rimborsate sono assoggettate a ritenuta fiscale, il cui versamento è assolto dall’Ente tramite produzione di busta paga e CU.

DESTINATARI
Dipendenti che, per assistere il figlio minore, il coniuge (anche unione civile) o il genitore in caso di ricovero ospedaliero, concordano con l’azienda (dopo l’esaurimento dei permessi retribuiti previsti dai CCNL) l’utilizzo di permessi non retribuiti

CONTRIBUTO
50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni) fino ad un massimo di 40 ore annue (riproporzionato per i part-time)

SCADENZA
Entro 60 gg. dal termine del ricovero

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia delle buste paga con evidenza delle giornate di permesso non retribuito usufruite per ricovero ospedaliero del familiare

ALTRE INFORMAZIONI
Alle lavoratrici ed ai lavoratori che, per assistere il figlio minore naturale/ affidato/ adottato, il coniuge o la persona unita civilmente o il genitore in caso di ricovero ospedaliero, concordano con l’Azienda, dopo l’esaurimento dei permessi retribuiti previsti dai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro, l’utilizzo di permessi non retribuiti, è riconosciuto un contributo pari al 50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni) per ogni ora di assenza dal lavoro non retribuita, fino ad un massimo di 40 ore annue (riproporzionato per i part-time).
La lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda mediante apposito modulo, anche tramite i CST EBURT, entro 60 giorni dal termine del ricovero ospedaliero.

L’importo spettante verrà erogato direttamente all’azienda che provvederà, a sua volta, a corrisponderlo al lavoratore nella prima busta paga utile. Pertanto, la comunicazione di accoglimento della domanda verrà inoltrata anche al datore di lavoro.

DESTINATARI
Dipendenti che, per accompagnamento del genitore con impedimento temporaneo (non fruitore di permessi di cui alla Legge n. 104/1992) a visite o cicli di terapia e riabilitazione, concordano con l’azienda (dopo l’esaurimento dei permessi retribuiti previsti dai CCNL) l’utilizzo di permessi non retribuiti

CONTRIBUTO
50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni) fino ad un massimo di 40 ore annue (riproporzionato per i part-time)

SCADENZA
Entro 60 gg. dall’evento

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • ticket di pagamento della visita specialistica o dei cicli di terapia/riabilitazione e documento che attesti data e ora della visita
  • copia delle buste paga con indicazione delle ore di permesso non retribuito usufruite per assistenza del genitore

ALTRE INFORMAZIONI
Alle lavoratrici ed ai lavoratori che, per l’accompagnamento del genitore, in condizione di impedimento temporaneo (non fruitore di permessi di cui alla Legge n. 104/1992) alle visite mediche specialistiche o a cicli di terapia/riabilitazione, concordano con l’Azienda, dopo l’esaurimento dei permessi retribuiti previsti dai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro, l’utilizzo di permessi non retribuiti, è riconosciuto un contributo pari al 50% della normale retribuzione (art. 148 del CCNL Turismo 20.02.2010 e successive modifiche e/o integrazioni) per ogni ora di assenza dal lavoro non retribuita, fino ad un massimo di 40 ore annue (riproporzionato per i part-time).
La lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda mediante apposito modulo, anche tramite CST EBURT, entro 60 giorni dall’effettuazione della visita specialistica o dal termine del ciclo di terapia/riabilitazione.

L’importo spettante verrà erogato direttamente all’azienda che provvederà, a sua volta, a corrisponderlo al lavoratore nella prima busta paga utile. Pertanto, la comunicazione di accoglimento della domanda verrà inoltrata anche al datore di lavoro.

DESTINATARI
Dipendenti che sostengono spese socio-sanitarie documentate per figli diversamente abili (conviventi e a carico del nucleo) con invalidità riconosciuta superiore al 45%

CONTRIBUTO
Fino a € 500 all’anno

SCADENZA
Entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello di riferimento

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia dell’ultima busta paga
  • copia stato di famiglia o dichiarazione in autocertificazione
  • dichiarazione in autocertificazione che attesti che il figlio è fiscalmente a carico del richiedente
  • copia documentazione attestante il riconoscimento di invalidità superiore al 45%
  • copia della documentazione fiscale attestante l’avvenuto pagamento

ALTRE INFORMAZIONI
E’ riconosciuto un contributo annuale, liquidabile in soluzione unica, fino a 500 euro quale partecipazione alla spesa socio-sanitaria documentata sostenuta per figli diversamente abili con invalidità riconosciuta superiore al 45%.
Il soggetto diversamente abile deve essere convivente e a carico del nucleo familiare in quanto non supera il limite fiscale di legge nell’anno in cui si riferisce il contributo.
La lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda, anche tramite CST EBURT, mediante apposita modulistica entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello di riferimento.

EBURT provvederà a rimborsare direttamente al lavoratore le spese sostenute nei limiti previsti dall’Accordo 29.07.2019. Le somme rimborsate sono assoggettate a ritenuta fiscale, il cui versamento è assolto dall’Ente tramite produzione di busta paga e CU.

DESTINATARI
Lavoratori studenti iscritti all’Università

CONTRIBUTO
€ 300 nel limite massimo di 5 anni (8 per la Laurea Magistrale)

SCADENZA
Entro 60 gg. dalla chiusura dell’anno accademico (massimo il 30 settembre, a partire dal 2020)

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia dell’ultima busta paga
  • copia delle ricevute di pagamento delle tasse universitarie riferite all’intero anno accademico (in caso di pagamento a rate è necessario presentare copia delle ricevute di pagamento di tutte le rate anche se l’importo di ciascuna è superiore al contributo)

ALTRE INFORMAZIONI
E’ istituito per i lavoratori studenti iscritti all’Università o a Master, al fine di sostenerne la crescita culturale, un contributo fino a concorrenza della spesa sostenuta per la tassa di iscrizione annuale fino ad un massimo di 300 euro. Il contributo è erogabile nel limite di 5 anni per la frequenza del lavoratore studente al corso di Laurea o di 8 anni per il corso di Laurea Magistrale.
Per ottenere il contributo, la lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda, anche tramite CST EBURT, mediante apposita modulistica da presentarsi entro 60 giorni dalla chiusura dell’anno accademico, della Laurea o del Master e comunque non oltre il 30 settembre.

EBURT provvederà a rimborsare direttamente al lavoratore le spese sostenute nei limiti previsti dall’Accordo 29.07.2019 e dal presente Regolamento. Le somme rimborsate sono assoggettate a ritenuta fiscale, il cui versamento è assolto dall’Ente tramite produzione di busta paga e CU.

DESTINATARI
Dipendenti che abbiano sottoscritto per sé stessi un abbonamento personale annuale (min. 10 mesi) ad autobus e/o treni

CONTRIBUTO
35% della spesa (max € 350)

SCADENZA
Entro 60 gg. dalla sottoscrizione dell’abbonamento

COME FARE DOMANDA
Per richiedere il rimborso è necessario presentare il modulo, correttamente compilato in ogni sua parte, allegando:

  • copia dell’ultima busta paga
  • copia fronte-retro della tessera abbonamento
  • copia delle ricevute di pagamento dell’abbonamento con indicazione del numero di abbonamento e nominativo dell’intestatario

ALTRE INFORMAZIONI
Nel caso di utilizzo di mezzi pubblici per il raggiungimento del luogo di lavoro e viceversa, attraverso la sottoscrizione di abbonamenti personali esclusivamente annuali o, se non previsti quelli annuali, anche mensili per un minimo di dieci mesi consecutivi, ad autobus o treni anche in forma integrata, sarà riconosciuto un importo pari al 35% della spesa sostenuta e, comunque, non superiore a 350,00 €.
Per ottenere il contributo, la lavoratrice/il lavoratore interessato deve presentare domanda, anche tramite i CST EBURT, mediante apposita modulistica entro 60 giorni dalla data di pagamento dell’abbonamento. In caso di pagamento rateale, la domanda può essere presentata solo dopo aver pagato tutte le rate; in tal ipotesi, i sessanta giorni decorrono dalla data del pagamento dell’ultima rata.

EBURT provvederà a rimborsare direttamente al lavoratore le spese sostenute nei limiti previsti dall’Accordo 29.07.2019 e dal presente Regolamento.
Le somme rimborsate sono assoggettate a ritenuta fiscale, il cui versamento è assolto dall’Ente tramite produzione di busta paga e CU.

Esistono due moduli per le prestazioni di Welfare:

  • Il modulo per il rimborso di: centri estivi, retta nido/materna, spese per figli diversamente abili, libri di testo, tasse universitarie e trasporto pubblico con bonifico diretto sul conto corrente del lavoratore.
  • Il modulo per il rimborso di: aspettativa per malattia; congedo non indennizzato INPS; congedo per malattia bambino; permessi non retribuiti per inserimento al nido, visite specialistiche, ricoveri ospedalieri con bonifico all'azienda.

Compila tutti i campi (compresa la mail) correttamente e verifica di avere tutti gli allegati prima di procedere all'invio.